venerdì 28 dicembre 2012

Addendum I - manuale DGR IATA 2013


IATA ha pubblicato l'Addendum I al manuale DGR 54 edizione, del 2013.

Questo documento è da stampare ed allegare alla copia cartacea del proprio manuale in quanto è da considerarsi parte della normativa a tutti gli effetti.

http://www.professionals-solutions.it/pages/addendum_1_iata_dgr_2013

venerdì 21 dicembre 2012

Corsi GENNAIO - APRILE 2013

Abbiamo pubblicato i corsi DGR IATA - ADR - IMDG  per le modalità di trasporto Merci Pericolose Aereo, Strada e Mare insieme ai corsi di SICUREZZA della AVIAZIONE CIVILE - AVIATION SECURITY ENAC!!!

http://www.professionals-solutions.it/pages/corsi_in_programma

 



ICAO Recommendations sulla transizione per le BATTERIE AL LITIO


Ad oggi siamo stati informato che i seguenti Stati hanno regolamentato il permesso a spedizioni batterie al litio preparate in conformità con l'edizione 2011-2012 delle ICAO Technical Instructions (53 ° edizione del DGR) di essere accettati per il trasporto fino alla fine di gennaio 2013:
Canada, Cina, Hong Kong, Lussemburgo, Olanda, Svizzera, Regno Unito e Stati Uniti

Di conseguenza, gli operatori (vettori) possono scegliere di accettare le spedizioni di batterie al litio per i voli tra questi Stati, anche se non vi è alcun obbligo di farlo.

Le spedizioni di batterie al litio preparati secondo il Regolamento 2012 che sono state accettate per il trasporto entro il 31 dicembre 2012 possono continuare ad essere trasportate a destinazione nel 2013, anche se trasbordati su un altro operatore già nel 2013. Ciò è stato confermato dal gruppo di esperti scientifici dell'ICAO Dangerous Goods Panel e questo riconosce la consuetudine e pratica che si applica ogni anno, con l'introduzione dei nuovi regolamenti.

Per i mittenti che devono presentare spedizioni di batterie al litio preparate secondo regolamento del 2012 dopo la fine del 2012, conformemente alle disposizioni transitorie, consigliamo vivamente di contattare l'operatore (vettore) prima dell'invio per stabilire se siano o meno accettate.


giovedì 6 dicembre 2012

UE ACC3 - Aggiornamento Requisiti di sicurezza per trasporto aereo di merci e posta destinata per l'UE

Da pubblicazione IATA:

Nel mese di ottobre 2010, due ordigni esplosivi sono stati trasportati come spedizioni cargo aeree con destinazioni negli Stati Uniti. Fortunatamente i due dispositivi sono stati intercettati durante la rotta nei punti di transito. Questi episodi hanno evidenziato alle autorità e ai vettori aerei preoccupazioni per quanto riguarda la sicurezza delle spedizioni aeree di merci e il rischio di ordigni esplosivi in ​​fase di introduzione a un certo punto della catena di fornitura.
 

Nuova normativa UE per la sicurezza del trasporto aereo di merci in entrata e posta
In risposta, la Commissione Europea, che agisce su istruzioni dei Ministri degli Stati membri dell'UE, ha avviato una revisione della normativa sulla sicurezza aerea. Nel mese di agosto 2011, l'UE ha adottato nuove regole per la sicurezza del trasporto aereo in entrata di merci e posta. Queste nuove regole richiedono ai vettori aerei che trasportano merci e posta nell'UE da paesi terzi di garantire che determinati standard di sicurezza siano soddisfatti prima del caricamento di un aeromobile con destinazione per l'UE. Tali norme sono applicabili a partire dal 1 febbraio 2012 e si concentrano su vettori aerei anziché sugli Stati esteri.I regolamenti chiedono ai vettori aerei che trasportano merci e posta verso l'UE di essere designati come "Vettore Cargo o di Posta operativo nell'Unione Europea da un Aeroporto di Paese terzo" (ACC3).
 

Dichiarazione di impegni e i Paesi "con-luce-verde"
Al fine di ottenere lo status ACC3, il vettore deve fornire una "Dichiarazione di impegno" per definire come ha assunto le proprie responsabilità per la sicurezza aerea alle autorità dell'aviazione civile di uno Stato membro dell'UE verso cui volano merci e / o posta. Lo Stato membro dell'UE riceve la dichiarazione d'impegno è denominato "Stato Membro di Riferimento".La dichiarazione di impegno deve coprire tutti gli aeroporti non-UE da cui merci o posta volano per l'Unione Europea, con una eccezione: i vettori aerei che trasportano cargo o posta direttamente da un paese "luce-verde" quotato nella UE possono esentare quegli aeroporti dalla loro dichiarazione di impegni, in conformità con i regolamenti comunitari. La lista "luce-verde" si trova nei regolamenti ed è  disponibile ai vettori aerei su richiesta allo Stato membro dell'Unione Europea di riferimento. Il modello per la dichiarazione d'impegno è anche indicato nei regolamenti dell'Unione Europea. 

Validatori Indipendenti

Gli ACC3s sono tenuti a garantire che il carico e la posta destinata per l'UE sia ispezionato o proveniente da una catena logistica sicura (questo può essere evidenziato con una dichiarazione di sicurezza di spedizione).
Fino al 30 giugno 2014, gli standard di sicurezza previsti dall'ICAO sono come minimo da applicare. Dal 1 luglio 2014, i Regolamenti UE stabiliscono che l'ACC3 deve essere in possesso di verifiche di sicurezza delle proprie operazioni merci e posta presso gli aeroporti dei paesi terzi non-UE. Tale attività di verifica deve essere effettuata da un validatore indipendente, certificato da un Ente Regolatore UE.Se l'ACC3 vuole avere i controlli di sicurezza applicati da un partner commerciale come Mittente Conosciuto, Agente Regolamentati o di assistenza a terra in aeroporti non comunitari, allora queste entità devono avere anche le operazioni sottoposte alla "Validazione Indipendente". La stima attuale è che 700
operazioni aeroportuali ACC3  dovranno avere la convalida indipendente entro il 30 giugno 2014 ed ulteriori 2.700  fino al 30 giugno 2019. Ogni "Convalida Indipendente" dovrà essere rinnovata su un ciclo quinquennale.IATA sta lavorando a stretto contatto con le Autorità di Regolamentazione e assisterà i vettori aerei per rispettare gli obblighi ACC3 fornendo informazioni, pre-strumenti di valutazione e consigli di esperti.

http://www.iata.org/publications/tracker/dec-2012/Pages/acc3-update.aspx

mercoledì 5 dicembre 2012

Nuova ICAO RECOMMENDATION per il trasporto aereo delle BATTERIE AL LITIO

Nella riunione dell'ICAO DGP Dangerous Goods Panel -WG/12 che si è tenuta a Montreal nel mese di ottobre, è stato discusso un regime transitorio per le nuove disposizioni relative alle batterie al litio, obbligatorie  a partire dal 1 ° gennaio 2013.  

E' stata emessa una RECOMMENDATION ICAO alle autorità aeronautiche perché forniscano un periodo di transizione fino al 31 gennaio 2013 per consentire ai colli preparati per il trasporto nel mese di dicembre, conformemente alle disposizioni del 2012, di essere ancora trasportati

Il link alla guida ICAO è:
http://www.icao.int/safety/DangerousGoods/Documents/Guidance%20Material/2013-2014LithiumBatteryTransition.pdf 


Traduzione del documento:


Documento di orientamento
Nuove Istruzioni di Imballaggio Batterie al Litio e Consigliato Periodo Transitorio

L'edizione 2013-2014 delle ICAO Technical Instructions applica cambiamenti significativi alla Istruzione d'Imballaggio PI965 che si applica alle celle e alle batterie agli ioni di litio e alla Istruzione d'Imballaggio PI968, che si applica alle celle e alle batterie al litio

Questi cambiamenti avranno effetti un gran numero di spedizioni di celle e batterie.  
Per agevolare la transizione alle nuove esigenze delle Istruzioni di Imballaggio PI965 e PI968, si raccomanda che le autorità aeronautiche prevano un periodo transitorio fino al 31 gennaio 2013 per consentire ai colli preparati per il trasporto nel dicembre 2012 in conformità con l'edizione 2011-2012 delle Technical Instructions di continuare ad essere trasportati. Il periodo di transizione fornirà anche ai mittenti di batterie al litio tempo sufficiente per apportare le modifiche necessarie al loro imballaggio e alla loro logistica al fine di ottemperare ai nuovi requisiti dell'edizione 2013-2014 delle Technical Instructions.

mercoledì 28 novembre 2012

AEO in ITalia:Operatore Economico Autorizzato

A seguito di alcune richieste, pubblichiamo in tema di AEO, riportando il testo pubblicato sul sito dell'agenzia delle Dogane.

La medesima Agenzia propone corsi di formazione a distanza gratuiti
sulle Tematiche Doganali Generali e Specifiche  


Conosci l'A.E.O. – Authorized Economic Operator


Dal 1° gennaio 2008 nei 27 Stati membri dell’U.E. sono entrate in vigore le novità introdotte con i Regolamenti (CE) n° 648/2005 e n° 1875/2006 che modificano, rispettivamente, il Codice Doganale Comunitario (Reg (CE) n° 2913/1992) e le Disposizioni di Applicazione del Codice (Reg. (CE) n° 2454/1993), in merito al rilascio agli operatori economici che ne faranno richiesta di un certificato AEO/semplificazioni doganali, o AEO/Sicurezza, o AEO/semplificazioni doganali e Sicurezza, tutti con valenza comunitaria.

Il programma di certificazione comunitaria si applica agli operatori economici ed ai loro partner commerciali che intervengono nella catena di approvvigionamento internazionale, ossia ai fabbricanti, agli esportatori, agli speditori/imprese di spedizione, ai depositari, agli agenti doganali, ai vettori, agli importatori che, nel corso delle loro attività commerciali, prendono parte ad attività disciplinate dalla regolamentazione doganale e si qualificano positivamente rispetto agli altri operatori, in quanto ritenuti affidabili e sicuri nella catena di approvvigionamento.

I requisiti richiesti per ottenere lo status di AEO sono calibrati per tutti i tipi di imprese (anche piccole e medie), indipendentemente dalla loro dimensione, così come peculiari criteri sono previsti per le altre figure interessate, ad es.: per gli intermediari ed i rappresentanti in dogana. Tali caratteristiche variano e dipendono dalle dimensioni e dalla complessità delle attività svolte, dal tipo di merci trattate nonché da altri fattori specifici di cui terrà conto l’Autorità doganale.

L’affidabilità comunitaria e lo status di AEO/doganale sono riconosciuti, a seguito di apposito accertamento dell’Autorità doganale nazionale (per l’Italia è l’Agenzia delle Dogane), a chi comprova il rispetto degli obblighi doganali, il rispetto dei criteri previsti per il sistema contabile, la solvibilità finanziaria; per il riconoscimento dello status di AEO/sicurezza si deve dimostrare, oltre al possesso dei predetti requisiti, anche quello relativo alla rispondenza ad adeguate norme di sicurezza.

L’operatore economico non è obbligato a divenire Operatore Economico Autorizzato: si tratta di una scelta individuale, che dipende dalle condizioni operative di ciascun soggetto. Il riconoscimento dello status di AEO consente, comunque, agli operatori economici di avvalersi di vantaggi ed agevolazioni di natura diretta ed indiretta relativamente alle operazioni a rilevanza doganale poste in essere.

L’Operatore Economico Autorizzato non è tenuto ad esigere dai suoi partner commerciali che anche essi ottengano lo status di AEO. Infatti, ogni Operatore Economico Autorizzato è responsabile del proprio segmento nell’ambito della catena di approvvigionamento delle merci anche se, per garantire la sicurezza, si tiene conto delle misure di sicurezza applicate da tutti i partner commerciali dell’operatore interessato.

Per ottenere il riconoscimento dello status di AEO è necessario richiedere all’Ufficio delle dogane competente l’attivazione di una specifica azione di audit che terrà anche conto delle eventuali informazioni e dei dati già in proprio possesso (autorizzazioni rilasciate per le procedure semplificate/domiciliate, audit doganali) nonchè di altri elementi, quali certificazioni ottenute dal richiedente, conclusioni di esperti nei settori pertinenti, possesso di certificazioni riconosciute a livello internazionale, esibite dalla parte. Ciò faciliterà il processo di autorizzazione AEO.


http://www.agenziadogane.it/wps/wcm/connect/Internet/ed/Operatore/Operatore+Economico+Autorizzato+AEO/Conosci+AEO/

sabato 27 ottobre 2012

ADR 2013 - tutte le principali novità!

Evidenziamo le principali novità che sono contenute nel testo del nuovo ADR 2013 

che, come noto, entrerà in vigore, per il trasporto internazionale di merci pericolose, il 01/01/2013 ed è stato predisposto sulla base della 17ma edizione delle Raccomandazioni ONU sul trasporto di merci pericolose emanate nel Maggio del 2011.
Come di consueto, il testo prevede mesi sei di tempo (fino al 30/06/2013) come limite massimo da concedere agli Stati aderenti all’Accordo per potersi mettere in regola con le nuove norme.

 


lunedì 15 ottobre 2012

Manuali FAA disponibili gratuitamente!

Per personale navigante e tutti gli appassionati al volo, segnaliamo un interessante link sul sito  FlightSchool.com dove scaricare gratuitamente diversi manuali di formazione della FAA - Federal Aviation Administration



 

giovedì 13 settembre 2012

DGR IATA 2013 - NOVITA' ED.54

Per tutti immediatamente e gratuitamente a disposizione l'anticipazione IATA per le novità del manuale DGR nella 54 edizione,
in vigore dal 01.01.2013

Abbiamo pubblicato ANCHE il documento in italiano,
DETTAGLIATO dai nostri istruttori certificati.



Per ogni necessità nelle spedizioni aeree di merci pericolose, contattateci!!!

info@professionals-solutions.it --- tel 02 87 36 62 18

Alla Professionals' Solutions siamo sempre reperibili e disponibili!!!

martedì 24 luglio 2012

Calendario corsi Settembre/Dicembre 2012 - Merci Pericolose e Sicurezza Aerea



 
     !NUOVO CALENDARIO! CORSI MERCI PERICOLOSE
     ADR, IMDG, DGR IATA/ICAO
     e SICUREZZA AEREA ENAC
                                per AGENTI     REGOLAMENTATI

                                ed OPERATORI TRASPORTI AEREI



sabato 21 luglio 2012

Nuovo addendum ICAO alle Technical Instructions 2011-2012

ICAO ha pubblicato l' Addendum no.5 del Doc 9284-AN/905 2011-2012 Edition, ovvero delle TECHNICAL INSTRUCTIONS FOR THE SAFE TRANSPORT OF DANGEROUS GOODS BY AIR

http://www.professionals-solutions.it/pages/addendum_5_icao_ti

Le 26 pagine del documento sono interamente costituite da modifiche ed integrazioni riferite alle Variazioni di Stato e Operatore / STATE AND OPERATOR VARIATIONS.

martedì 17 luglio 2012

La nuova guida pratica ECHA - ESPOSIZIONE AGENTI CHIMICI

L’Agenzia Europea per le Sostanze Chimiche (ECHA_European CHemicals Agency) ha pubblicato una guida operativa per gli utilizzatori finali con le indicazioni tecniche sulle modalità e condizioni d’uso di una sostanza chimica, sia per valutare se siano coperti da scenari di esposizione forniti dai fornitori con la scheda di sicurezza che per dare consigli ed indicazioni operative di conseguenza.

Recita nell'introduzione, inoltre, che:
Questo documento fornisce consulenza tecnica che spiega come le aziende possano adempiere ai propri obblighi legali in ambito REACH e CLP. Tuttavia, si ricorda agli utenti che i testi dei regolamenti REACH e CLP sono l'unico riferimento legale autentico e che le informazioni in questo documento non costituiscono un parere legale. 

Link al file .pdf



 

lunedì 4 giugno 2012

Per POSTE USA adeguamenti/divieti per BATTERIE al LITIO

Con efficacia dal 16 Maggio 2012 il servizio postale statunitense "Postal Service ™"  ha rivisto "Le norme di spedizione del servizio postale degli Stati Uniti, Manuale di posta interna (DMM ®)" alla sezione 601.10.20 per i casi in cui le le pile o batterie al litio come metallo primario o lega di litio (non ricaricabili) e pile o batterie a celle di ioni litio e pile o batterie (ricaricabili) sono vietate alla spedizione postale (tipo quando spediti a livello internazionale). 
 
Gli standard internazionali sono stati recentemente oggetto di discussione da parte della International Civil Aviation Organization (ICAO) e l'Unione postale universale (UPU) ed ora anche il servizio postale prevede ulteriori variazioni dal 1 ° gennaio 2013.
Fino a quando una politica meno restrittiva potrà essere implementata in linea con gli standard internazionali, e in conformità con la Convenzione UPU, le batterie al litio non sono ammesse in corrispondenza internazionale. La Convenzione UPU e le norme sono coerenti con le Istruzioni Tecniche dell'ICAO per la sicurezza del trasporto di merci pericolose per via aerea (Technical Instructions). Le istruzioni tecniche relative al trasporto di merci pericolose via posta non consentono  "merci pericolose" nella posta internazionale. Il divieto di batterie al litio e celle internazionale si applica anche al messaggio inviato dal trasporto aereo commerciale da e verso una posizione APO, FPO, o DPO.

[APO, which stands for Army Post Office
FPO, which stands for Fleet Post Office
DPO, which stands for Diplomatic Post Office]
 

Inoltre, sarà rivista e rimodulata la modalità di quantificazione per le batterie al litio quando si descrivono i limiti quantitativi massimi per equiparare le normative. (watt per ora/litio contenuto)  

http://about.usps.com/postal-bulletin/2012/pb22336/html/updt_004.htm 

venerdì 1 giugno 2012

Storico accordo tra USA ed EU e CH sulla Security Cargo

Data: 1 giugno 2012

Ginevra - La International Air Transport Association (IATA) plaude allo storico accordo di oggi tra la Commissione Europea (CE) e la Svizzera con la US Transportation Security Administration (TSA) per riconoscere i rispettivi programmi di sicurezza aerea cargo. L'accordo è il culmine di sette anni di sforzi da parte dei regolatori e gli operatori industriali per ottenere l'allineamento delle misure di sicurezza aerea cargo.

"Il cargo aereo è di vitale importanza per l'economia globale. 

Quanto a numeri, il 35% dei beni scambiati a livello internazionale sono trasportati per via aerea.  
E' fondamentale per il business globale che queste spedizioni siano trasportate in modo sicuro ed efficiente. L'accordo USA-UE sulla Security Cargo segna un importante passo avanti in uno dei mercati aerei più importanti del carico", ha detto Tony Tyler, IATA Direttore Generale e Amministratore Delegato.

L'accordo USA-UE sulla sicurezza del cargo significa che gli Stati Uniti riconoscono l'equivalenza e l'efficacia dei regimi di sicurezza del cargo dell'Unione Europea applicata in tutti i 27 Paesi UE e in Svizzera. Questo permetterà a tutti i vettori aerei che volano fuori dalla UE e la Svizzera di applicare misure di sicurezza dell'UE come mezzo per conformarsi alla legislazione degli Stati Uniti.
Allo stesso modo, l'UE riconosce l'equivalenza del regime di sicurezza cargo aereo USA che consentirà ai vettori cargo statunitensi di volare verso l'UE e la Svizzera non essere sottoposti a ulteriori misure di sicurezza UE negli aeroporti degli Stati Uniti.

domenica 20 maggio 2012

14.05.2012 entra in vigore il DECRETO-LEGGE 12 maggio 2012 n. 57

Il 14 maggio 2012 è entrato in vigore il  DECRETO-LEGGE 12 maggio 2012 , n. 57 - Disposizioni urgenti in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro nel settore dei trasporti e delle microimprese.


Il Decreto è intervenuto disponendo l’ulteriore proroga delle disposizioni in materia di sicurezza sul lavoro esistenti prima dell'ultima abrogazione fino all’emanazione di decreti speciali per i settori ferroviario, marittimo e portuale.

Vengono inoltre prorogati di 6 mesi i termini per le aziende fino a 10 dipendenti che potranno procedere con l’autocertificazione della valutazione dei rischi per la sicurezza sui luoghi di lavoro fino al 31 dicembre 2012, mentre a partire dal 01 gennaio 2013 dovranno procedere con la stesura del documento.

giovedì 3 maggio 2012

Addendum IATA DGR 53 - 2012 pubblicato il 26 aprile

IATA ha pubblicato il primo ADDENDUM al DGR 53ed - 2012 il giorno 26 aprile.

Link al testo in pdf che diventa parte integrante del testo ufficiale del manuale DGR 2012.


http://www.professionals-solutions.it/pages/addendum_dgr_iata_2012


Tutti gli utilizzatori del manuale sono pregati di prendere atto delle variazioni e/o integrazioni ufficiali.

venerdì 6 aprile 2012

Relazione ministeriale su incidente ferroviario Viareggio 2009

Il ministero dei Trasporti ha diffuso la relazione effettuata dalla Direzione Generale per le Investigazioni Ferroviarie sul grave incidente del 29 giugno 2009 a VIAREGGIO.

Il testo analizza le cause dello svio del convoglio 50325 e propone undici raccomandazioni per prevenire altri incidenti, già presentate alla riunione degli esperti Rid - merci pericolose su ferrovia.

Citiamo dalla prefazione:

Per i motivi che verranno, di seguito, esposti, il documento chiude una prima parte dell’indagine, 
quella relativa alla rottura dell’assile, origine primaria e diretta dell’accadimento, e su
questa parte espone le proprie deduzioni finali e raccomandazioni. 


La seconda parte dell’indagine,
quella relativa alla cinematica e dinamica del ribaltamento e della rottura della cisterna, presenta
ancora margini di indeterminazione e, quindi, la necessità di ulteriori approfondimenti tecnici, che,
come si spiegherà più avanti, formeranno il corpo di una successiva Relazione tecnica Integrativa.


Testo completo disponibile al link: http://www.professionals-solutions.it/pages/relazione_rid_viareggio

Aggiornamento LISTA VETTORI AEREI con restrizioni EU

da EU:

Efficaci misure di sicurezza aerea in hanno reso lo standard europeo tra i migliori al mondo. Mentre l'Unione Europea ed i suoi Stati membri stanno lavorando con le autorità di sicurezza in altri paesi per elevare gli standard di sicurezza in tutto il mondo, ci sono ancora alcune compagnie aeree che operano in condizioni di sotto dei livelli essenziali di sicurezza.

Per garantire la sicurezza in Europa, la Commissione Europea - in collaborazione con le competenti Autorità di sicurezza del Trasporto Aereo degli Stati membri - ha deciso di bandire le compagnie aeree giudicate poco sicure di operare nello spazio aereo europeo.

La lista ufficiale, aggiornata è disponibile al link:

http://ec.europa.eu/transport/air-ban/list_en.htm

Piano "Destination" Nord Ovest

La Regione Piemonte è prossima alla presentazione dello stato di avanzamento del programma per la sicurezza del trasporto di merci pericolose attuato in collaborazione con le Regioni Lombardia e Valle d'Aosta, con la Provincia Autonoma di Bolzano e con il Canton Ticino.

"Destination" ha l'obiettivo di ridurre il rischio d'incidenti che coinvolgono i veicoli stradali che trasportano merci pericolose, attraverso il tracciamento telematico delle spedizioni.
La prima fase dovrebbe concludersi entro il 2013 e prevede l'introduzione di due strumenti per il calcolo del rischio.
Il primo è il Sistema Informativo Integrato Globale (SIIG) per il monitoraggio delle merci pericolose, finalizzato al calcolo del rischio in condizioni meteo-temporali standard, medie e specifiche o derivante da scenari potenziali o reali di danno.
Il secondo è un sistema di Gate Network, ossia una rete di varchi elettronici che possono rilevare il transito di veicoli di trasporto merci pericolose, tracciarne il tipo ed inviare periodicamente i dati e le immagini dei transiti di merci pericolose al Centro di controllo che sarà interfacciato con il Sistema Informativo Integrato Globale (SIIG).  Questo dovrebbe permette al sistema di conoscere la posizione di ogni automezzo, così da intervenire rapidamente in caso d'incidente.

martedì 27 marzo 2012

Gli USA adottano il GHS - Sistema armonizzato di classificazione ed etichettatura delle sostanze chimiche delle Nazioni Unite

 
Negli USA, il 20 marzo 2012, l' OSHA - Occupational Safety and Health Administration * -  ha promulgato la nuova Hazard Communication Standard (HCS) che adotta il GHS - Globally Harmonized System - delle Nazioni Unite, sistema armonizzato di classificazione ed etichettatura delle sostanze chimiche.
 

La pubblicazione ufficiale
sul Federal Register è datata  26  marzo 2012

e il Regolamento diventerà effettivo a 60 giorni dalla pubblicazione.



In sintesi, dal 1 ° dicembre 2013, i datori di lavoro saranno tenuti a formare i dipendenti sui nuovi elementi delle etichette e sul formato della scheda dati di sicurezza (SDS). 

Dal 1 ° giugno 2015, produttori di sostanze chimiche, importatori, distributori e datori di lavoro saranno tenuti a rispettare tutte le disposizioni modificate del nuovo regolamento, ad eccezione dei distributori, che potranno spedire i prodotti etichettati dai produttori con il vecchio sistema fino al 1 ° dicembre 2015.

Notevoli cambiamenti rispetto alla versione precedente del progetto comprendono la classificazione di gas piroforico, asfissianti semplici e polveri combustibili, così come pericoli fisici e per la salute.

Come risultato del cambiamento, ulteriori criteri di classificazione dovranno essere stabiliti e dati aggiuntivi dovranno essere riportati sulle etichette e le schede di sicurezza rese conformi al HazCom 2012 - Hazard Communication 2012.



Nb: il testo è disponibile in formato .pdf sul sito del Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti d'America   >> link <<


* OSHA è parte del Dipartimento del Lavoro degli USA. OSHA risponde al Segretario del Lavoro, che è un membro del gabinetto del Presidente degli Stati Uniti.




ADR: Accordo Multilaterale M248

Circolare Prot. 5300 del 23/02/2012 emessa da Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti
Adozione dell’ Accordo Multilaterale M248 - ADR

L’Italia ha sottoscritto l’Accordo Multilaterale M248 quale Paese iniziatore; questo Accordo è stato definitivamente ratificato a seguito della sottoscrizione da parte della Francia.
 
Trattasi di deroga per il trasporto su strada di merci pericolose:
In particolare esso è finalizzato ad anticipare l’entrata in vigore di alcune disposizioni inerenti il trasporto del TETRAFLUOROETILENE STABILIZZATO – UN 1081 in veicoli/vagoni batteria e contenitori per gas ad elementi multipli (CGEM) già adottate per la versione ADR/RID 2013.
 
Il trasporto del UN1081 in conformità alla versione dell’ADR/RID 2011 attualmente vigente è ammesso esclusivamente nel caso di contenitori conformi al Capitolo 6.7. (cosiddetti contenitori UN); in base alle nuove disposizioni già approvate per la versione ADR/RID 2013 sarà ammesso anche il trasporto con contenitori per gas ad elementi multipli (CGEM) conformi al Capitolo 6.8. (cosiddetti contenitori non UN).

Per consentire l’applicazione anticipata delle nuove disposizioni,
l’Italia ha attivato l’Accordo M248 con validità fino al 31 dicembre 2012.

venerdì 23 marzo 2012

ICAO pubblica il primo manuale sulle ceneri vulcaniche

 Gli operatori del trasporto aereo hanno ora una base scientifica per il processo decisionale in caso di eruzione vulcanica, grazie a un manuale pubblicato da ICAO e approvato da * partner industriali.

Intitolato "Sicurezza Volo diritto e Volcanic Ash (Doc 9974)" il manuale fornisce una guida che gli Stati possono proporre agli Operatori Aerei quando si prevede la contaminazione di cenere vulcanica, ponendo la responsabilità per tali operazioni sull'Operatore, sotto il controllo dell'Autorità di Regolamentazione dello Stato.

Il manuale si basa principalmente sul lavoro della International ICAO Volcanic Ash Task Force (IVATF), istituito con l'organizzazione e la comunità aeronautica seguendo le eruzioni del vulcano Eyjafjallajokul nel 2010 in Islanda, che hanno causato enormi disagi al trasporto aereo in tutta l'Europa occidentale e settentrionale.

"L'impatto sul trasporto aereo dell'eruzione del Eyjafjallajokul non aveva precedenti. E ci ha costretti ad allineare le nostre linee guida con gli ultimi sviluppi tecnologici e scientifici. Il nuovo approccio, garantendo la sicurezza delle operazioni di volo, offre una maggiore flessibilità e raccomanda che la decisione di effettuare un volo nello spazio aereo contenenti resti di cenere vulcanica sia delle compagnie aeree, sotto la supervisione delle Autorità di Regolamentazione dello Stato ", ha affermato Raymond Benjamin, Segretario Generale dell'ICAO.

Per assicurare che le informazioni circa la criticità alla sicurezza siano facilmente a disposizione degli Stati membri e dell'industria, il manuale è ora accessibile in inglese  >>  link  <<

*International Air Transport Association (IATA), Airports Council International (ACI), Civil Air Navigation Services Organisation (CANSO), International Coordinating Council of Aerospace Industries Associations (ICCAIA), International Federation of Air Line Pilots’ Associations (IFALPA) and International Federation of Air Traffic Controllers’ Associations (IFATCA).

martedì 20 marzo 2012

Regolamento UE 173/2012

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 173/2012 DELLA COMMISSIONE
del 29 febbraio 2012
recante modifica del regolamento (UE) n. 185/2010 per quanto riguarda la chiarificazione e la semplificazione di determinate misure specifiche di sicurezza nel settore dell'aviazione.


http://www.professionals-solutions.it/pages/norme_eu_sicurezza_aerea

Aggiornamento CALENDARIO CORSI

Segnaliamo le modifiche alla programmazione corsi 2012 inizialmente prevista:

- Corso DGR Aggiornamento Firenze, 27 - 28 marzo

- Corso DGR Aggiornamento Vicenza, 03 - 04 aprile

- Corso IMDG Base Milano, NUOVA DATA  09 maggio

Link al calendario aggiornato

Contattateci!!! info@professionals-solutions.it

lunedì 19 marzo 2012

Mittente Responsabile - Recapitolando sul regolamento

Le normative di Security per le merci che vengono trasportate per via aerea (sia il Regolamento UE 185 che il Programma Nazionale di Sicurezza ENAC) hanno istituito la figura del “MITTENTE RESPONSABILE”

Si tratta di quel soggetto le cui merci possono essere trasportate con voli ALL CARGO (o anche con voli Passeggeri se sottoposte ad ispezione di security).

Contrariamente alla designazione del MITTENTE CONOSCIUTO (che dovrà avvenire, sulla base di un apposito standard UE di riferimento, ad opera della competente Autorità o di un Validatore Indipendente da questa designato) quella del MITTENTE RESPONSABILE continuerà ad essere attribuita dagli AGENTI REGOLAMENTATI con i quali questa particolare figura di mittente intrattiene il rapporto commerciale.

La procedura di designazione/rinnovo del MITTENTE RESPONSABILE è senza dubbio molto semplice da attivare.   

Documentazione per la designazione di  Mittente Responsabile

L’Agente Regolamentato trasmette al soggetto in questione le «Istruzioni sulla sicurezza aerea per mittenti responsabili» e la «Dichiarazione d’impegni – mittente responsabile» (disponibili su appositi modelli);

Il soggetto richiedente presenta all’Agente Regolamentato una Dichiarazione d’impegni (disponibile su apposito modello) debitamente firmata ( non richiesta se si è già titolari
di un certificato doganale di Operatore Economico Organizzato – AEO).

Rinnovo della designazione

La Dichiarazione d’impegni del Mittente Responsabile deve essere rinnovata una volta l’anno (in termini di anno solare) per iscritto.

Adempimenti di sicurezza da osservare

Per ottenere la qualifica di Mittente Responsabile il soggetto interessato deve designare almeno un responsabile per la sicurezza nei suoi locali comunicandone il nominativo e l’indirizzo di contatto all’Agente Regolamentato.

Ad eccezione del Responsabile della Sicurezza, il personale  del Mittente Responsabile non è obbligato a seguire specifici corsi di formazione. Ad essi, comunque, dovranno essere fornite le necessarie istruzioni in materia di Security, anche a cura dello stesso Mittente Responsabile.

Designazione di  Mittente Responsabile

Se l’Agente Regolamentato ritiene adeguate le informazioni ricevute può designare il soggetto richiedente come Mittente responsabile.

Procede quindi alla convalida della designazione annotando i seguenti dettagli relativi al Mittente Responsabile:

—    i dati relativi all’impresa, compreso l’indirizzo sociale “bona fide”; nonché
—    la natura dell’attività svolta; nonché
—    le specifiche indicazioni per essere contattato, comprese quelle dei responsabili per la
—    sicurezza; nonché
—    il numero di partita IVA o il numero di iscrizione nel registro delle imprese; nonché
—    il numero del certificato AEO nel caso in cui la dichiarazione di Impegni non sia stata richiesta; nonché conserva una banca dati contenente le informazioni di cui sopra a disposizione dell’ENAC a fini ispettivi.


Mettiamo a Vostra disposizione la nostra professionalità, sempre!

Scriveteci per ogni necessità a info@professionals-solutions.it